4trees

4trees. Quattro alberi, una fortezza.

Sicilia orientale, Agosto millenovecentoottantatre.

Vengo alla luce tra lo Ionio e l’Etna, tra la salsedine e la terra nera che a volte viene giù come fosse pioggia, più spesso della pioggia.

La mia è una incessante messa a fuoco tra l’essenza della fotografia di strada, caos e movimento, e la fotografia di paesaggio, fatta di armonia e riflessione.

La formazione da architetto mi spinge, inoltre, a esplorare luoghi dimenticati, spesso sconosciuti. Per cercare di dare loro una dignità e un riscatto che probabilmente non riceverebbero mai

La bellezza salverà il mondo.” (Fëdor Dostoevskij, 1869)

 

4trees. Four trees, a fortress.

Eastern Sicily, August nineteen-eighty-three .

I came to this world between the Ionian Sea and Mount Etna, surrounded by saltiness and volcanic ash, the one that you can see falling down like rain, even more often than rain.

I am tirelessly trying to bring into focus the essence of street photography, made of chaos and movement, and landscape photography, made of harmony and reflection.

My Architectural background has me exploring abandoned, often unexplored, places, trying to give them that sense of dignity and redemption that they probably would never be given.

“Beauty will save the world.”  (Fëdor Dostoevskij, 1869)